LA SCIENZA PER TUTTI

È il libro il fulcro dell’editoria?

Sì e no.

Il libro è l’archetipo del trasmettere storie, racconti e riflessioni in modo lento.

Quando un ricercatore, uno scrittore, un illustratore hanno l’urgenza di comunicare un loro testo, ancora oggi pensano al libro.

Al libro siamo legati anche noi editori, per professione, per consuetudine, per convinzione nelle sue potenzialità.

D’altra parte abbiamo la fortuna di vivere e lavorare in un’epoca nella quale il libro è per l’appunto un archetipo.

Non è più l’unico strumento che trasmette storie, racconti e riflessioni. Ma uno tra tanti, quello che porta con sé i segni e i modi della sua storia secolare: è uno strumento lento – lento da scrivere, lento da pubblicare, lento da leggere; è uno strumento dotato di corporeità – tutti noi amiamo l’odore degli inchiostri e il frusciare delle carte; tutti noi leggiamo toccando e conosciamo i nostri libri perché li abbiamo fisicamente sotto gli occhi sui nostri scaffali; è uno strumento sostenibile – perché non ha bisogno di device per essere letto, e nemmeno di energia; perché può essere regalato, prestato, condiviso, personalizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

L'e-shop al momento non funziona. Per comprare scrivi a info@scienzaexpress.it. Grazie della pazienza e della collaborazione (gli Editori). Ignora