LA SCIENZA PER TUTTI

Il volo delle chimere di Flavio Ubaldini e Spartaco Mencaroni si è classificato secondo al Premio Tagete 2018 con questa motivazione.

“Il lavoro è la traduzione di spunti realistici, legati alla cura della leucemia linfatica acuta, in sofferta ed efficace poesia. Pensato e scritto a quattro mani, ed opportunamente diviso in capitoletti titolati, è avvincente per una struttura semplice, ma non semplicistica, che si snoda tra il travaglio fisico di Fosco, il malato che lotta per la vita, e quello spirituale di Linda, la scienziata che lotta in un ambiente ostile per il quale è indotta a ricredersi sulle proprie scelte scientifiche. Una vicenda di estrema attualità, quale è quelle del funzionamento delle cellule staminali, è abilmente sviluppata e mantiene costante l’interesse per l’efficace equilibrio fra l’informazione scientifica e la riflessione etica.”